1/19
INFO
Ostuni Art Resort

IL RESORT

Ostuni Art Resort è una Relais di lusso nel cuore della Puglia, immerso all’interno di un terreno di 5 ettari coltivati ad uliveto e mandorleto, circondato da esemplari di ulivi millenari. È composto da tre edifici in pietra: i Trulli, la Lamia e il Trullo Saraceno, più una piccola casetta di legno. Dotato di una grande piscina e di ogni comfort è perfetto per rilassanti ed esclusivi soggiorni estivi.

La villa si trova nelle immediate vicinanze di Ostuni, a circa 15 minuti dalle spiagge più belle del litorale adriatico e in posizione centrale rispetto all’insieme dei paesi della Val D’Itria. Facilmente raggiungibile dagli aeroporti di Brindisi (40 Km) e di Bari (100 Km).

Il progetto realizzato dall’Architetto Giorgio Angella, sviluppato con il fratello Giulio, ispirato da principi di bioarchitettura, esalta la bellezza delle architetture locali valorizzandone tutti gli aspetti e regalando agli ospiti la possibilità di un soggiorno fuori dal tempo.

Arricchisce il complesso una collezione di opere di arte contemporanea, realizzate da alcuni dei più apprezzati e noti artisti emergenti del momento. Tra queste, solo per citarne alcune, le opere di artisti internazionali e italiani come Dan Rees, Sam Falls, Nemanja Cvijanovic, Erica Mahinay, Francesco Arena, Gabriele De Santis e Luca Francesconi. Nei prossimi mesi la collezione verrà arricchita con lavori site specific sia all’interno che all’esterno della struttura.

IL CONCEPT

Ostuni Art Resort rappresenta un eccellente esempio di architettura rurale pugliese, la masseria e i Trulli in pietra, anticamente alloggio di campagna, sono stati recuperati e ristrutturati con materiali pregiati e dotati di tutti i confort senza alterarne il carattere originario.

I tre distinti edifici sono pensati come diversi ambienti di una unica villa. Il concetto è quello di riunirli attraverso gli spazi comuni: la grande cucina ed il soggiorno, la piscina e gli spazi limitrofi, la zona bbq con il forno a legna sono tutti ambienti di convivialità, in cui più famiglie avranno l’occasione di trascorrere splendide vacanze in completa privacy.

Complessivamente si tratta di otto stanze oltre una zona letto in un soggiorno, due cucine, tre soggiorni e vari spazi esterni che ruotano intorno alla grande piscina.

LE CASE

I TRULLI
Questa costruzione nasce intorno ad una antica struttura (1800) coperta a volta che oggi ospita la cucina; a questo ambiente sono stati aggiunti i quattro trulli, ricostruiti sui ruderi dei precedenti, in cui si trovano le due ampie stanze da letto matrimoniali ed i due bagni. Di nuova costruzione è il grande soggiorno affacciato sulla piscina e coperto da un solaio in legno che, oltre ad essere dotato di camino, è utile per le serate fresche o fuori stagione.
Questa costruzione è composta da 4 Trulli, altri ambienti sono voltati in pietra tra cui l’ingresso e la cucina mentre il grande soggiorno ha un soffitto con travi in legno.

LA LAMIA
Questa piccola masseria, anch’essa di antica costruzione, è caratterizzata dalle volte in pietra, l’ambiente di ingresso (da cui prende il nome l’edificio) è coperto da una volta a botte e immette nelle 4 camere da letto, ognuna dotata di bagno, e coperte dalle tipiche volte a stella pugliesi. Dotata di una bella aia è ampia e spaziosa.

IL SARACENO
Antico Trullo Saraceno o anche detto Torre ostunese per la sua frequente presenza sul territorio, è costituito da un grande trullo del 1700, eccezionale per dimensione, e da un secondo di più recente costruzione ottenuto recuperando quello crollato. Questo edifico è anche dotato di una piccola cucina e di una bella aia esterna e può eventualmente essere utilizzato autonomamente.

ARTE

All’interno delle stanze e nei saloni dell’Ostuni Art Resort, trovano posto alcune opere d’arte contemporanea, realizzate da artisti emergenti italiani e stranieri, provenienti dalla collezione privata dei fratelli Angella, costituita negli ultimi 15 anni, e che mira a raccogliere le principali tendenze espressive del nostro periodo.

Particolarmente interessante e degno di nota è l’inserimento delle opere nel contesto rurale: ne emerge un dialogo senza tempo, che lega concetti artistici nuovi ad un luogo antico, un confronto che vuole esaltare le caratteristiche degli spazi così come quelle delle opere.

DESCRIZIONE DEL RESTAURO

Il progetto di restauro e consolidamento ha avuto come principale obiettivo la salvaguardia delle caratteristiche originarie.
La sua realizzazione è stata possibile grazie a due criteri di intervento:

  • Recupero e restauro di tutte le parti esistenti senza alterare le loro caratteristiche costruttive e tecnologiche
  • Ampliamento e nuova edificazione quando necessario ma con criteri e tecnologie compatibili con le parti preesistenti

Il restauro del complesso ha richiesto più di 2 anni di lavoro, le fasi di recupero dei manufatti hanno richiesto prima un’attenta analisi dello stato delle preesistenze, e solo successivamente è stato elaborato il progetto di consolidamento e quindi di sviluppo.
Grazie alle esperte maestranze locali è stato possibile recuperare i tre manufatti e adeguarli alle attuali necessità, senza abbandonare il loro sapore originario.

L’intervento di recupero e ampliamento è stato completamente realizzato con materiali ecologici, fedele ai più severi criteri di bioarchitettura. Hanno trovato impiego nell’intervento la pietra (quasi sempre di scavo e presente nel terreno), il legno in alcune parti come nel salone e nelle tettoie esterne, il sughero usato per aumentare gli aspetti legati al confort ambientale, così come altri materiali della tradizione locale.

Il Resort è alimentato da due fonti d’acqua, la prima è un pozzo artesiano scavato durante i lavori (il pescaggio avviene oltre i 300 mt di profondità), la seconda è dovuta all’acqua piovana raccolta in due grandi cisterne, quest’acqua viene utilizzata a scopo irriguo mentre quella del pozzo alimenta i bagni e le cucine.

www.ostuniartresort.com

CREDITS